L’azienda agricola che lancia il concorso per ….

L’azienda agricola che lancia il concorso per …. “adottare" un contadino bio

Si chiama “A roda dea sega" l’azienda agricola della provincia di Padova che ha lanciato un concorso per raccogliere le migliori idee innovative di gestione sostenibile e bio dell’azienda stessa, con l’obiettivo di scegliere il migliore e di dare in gestione l’impresa proprio all’ideatore del progetto vincente.

«L’azienda nasce a San Martino di Lupari il 31 gennaio 1998 grazie a un produttore agricolo, Antonio Berti, sostenuto dalla propria famiglia», si legge sul sito dell’azienda stessa, che si è dedicata all’agricoltura biologica, all’alimentazione naturale e alla medicina alternativa.

Ci sono un punto vendita al dettaglio, i terreni, un rustico che ospitava in precedenza una segheria e i titolari gestiscono anche un banco al farmer’s market di Cittadella per la vendita al dettaglio dei prodotti stagionali. I prodotti vengono commercializzati anche all’ingrosso attraverso negozi specializzati, oltre ad acquisti collettivi di Gruppi di Acquisto Solidale e per gli esuberi da grossisti di mercati ortofrutticoli.

L’obiettivo che si prefigge ora l’azienda è quello di ampliare la varietà dei prodotti tipici locali, ampliando la tipologia soprattutto di frutta, animali di bassa corte, cereali antichi e trasformati in modo da avvicinare il consumatore che ricerca la tipicità e la garanzia del prodotto made in Italy e a chilometro 0.

«La scelta del metodo dell’agricoltura biologica è soprattutto culturale/ambientale, dettata dalla volontà di poter esprimere modelli economici e produttivi in sintonia con uno sviluppo sostenibile – si legge sempre sul sito dell’azienda – Dove per sviluppo sostenibile si intende una strategia produttiva che agisce nel profondo rispetto dell’ambiente e del lavoro dell’uomo».

Ecco di seguito il regolamento del concorso di idee, come messo a disposizione e predisposto dall’azienda stessa.

Occorre presentare in forma scritta e grafica (foto, disegni, video, altro) un’idea originale rispetto alle normali coltivazioni, analizzando anche le richieste del mercato.

L’elaborato dovrà contenere i seguenti elementi:

  • Tipologia di prodotti richiesti dal mercato. venduti ed eventuali servizi offerti al pubblico
  • Disposizione sinergica delle colture , sesti d’impianto, cultivar resistenti, serre, frutteti
  • Spazi necessari alla preparazione dei prodotti raccolti ed alla eventuale trasformazione. Spazi necessari ad eventuali attività collaterali (Es.: forno)
  • Eventuale rappresentazione della planimetria
  • Attrezzature necessarie
  • Caratteristiche della segnaletica agricola ed eventualmente didattica
  • Caratteristiche del personale impiegato: esperienza nell’uso delle attrezzature, capacità nella gestione delle rotazioni (ordini ai fornitori, gestione dei clienti, fatture – corrispettivi, conoscenza delle norme igienico sanitarie), conoscenza dell’agricoltura biologica, conoscenza dell’alimentazione naturale, predisposizione al dialogo, bella presenza “spirituale", capacità di gestire l’ordine e la pulizia, capacità nell’organizzazione di piccoli eventi didattici. Titolo di studio.
  • Breve elenco dei costi e delle entrate previste o bozza di business plan dei primi 5 anni.
Regole per la partecipazione:
  • Sono ammessi al concorso di idee tutti i cittadini dello Stato Italiano che abbiano raggiunto la maggiore età. Agli effetti del presente concorso un gruppo di concorrenti avrà, collettivamente, gli stessi diritti di un singolo concorrente.
  • Il concorrente predisporrà la proposta ideativa nella forma più idonea alla sua corretta rappresentazione, ogni concorrente o gruppo di concorrenti potrà presentare una sola proposta progettuale.
  • Il concorrente dovrà inviare all’indirizzo e-mail settimaneverdibio@libero.it una comunicazione con oggetto “MANIFESTAZIONE INTERESSE A PARTECIPARE” contenente i seguenti dati:
  1. Cognome
  2. Nome
  3. Codice Fiscale
  4. Indirizzo di residenza
  5. Numero di telefono
  6. Indirizzo di posta elettronica al quale inviare eventuali comunicazioni
  • Il concorrente riceverà, entro 3 giorni, un codice alfanumerico con il quale identificherà successivamente i propri elaborati ed eventuali comunicazioni. Trascorsi 3 giorni senza ottenere risposta sarà sua cura inviare nuova comunicazione.
  • Il termine di presentazione della proposta è stabilito entro le ore 12 di martedì 15 dicembre 2020.
  • I lavori possono comprendere eventuali elaborati grafici o altro che, in ogni caso, dovranno essere inviati via e-mail in scansione o fotografia.
  • Tutto il materiale dovrà essere inviato in un’unica e-mail e dovrà essere esclusivamente in formato .doc o .rtf o .odt per i testi, .xls o .ods per i fogli di calcolo, .ppt o .odp per le presentazioni, .jpg o .pdf per le immagini (foto o scansioni). Tutti i file inviati nei precedenti formati dovranno anche essere inviati in una copia .pdf. La dimensione massima dell’e-mail inviata dovrà essere di 10 MB. Eventuali file risultanti corrotti da virus o altro verranno eliminati senza essere visionati.